Orario di apertura: Lunedì al Sabato – dalle 9 alle 20

Dove siamo

Viale Trento e Trieste 34
Campello sul Clitunno

Contatto rapido

+39 0743 275739

La dentista del sorriso Cristina Santi: “Così aiuto l’Oasi e la Pediatria di Foligno”
269731062_4546108785478816_2612620155245035978_n

La dottoressa Santi dentista della solidarietà: “Raccogliamo fondi per acquistare un monitor multiparametrico per la Pediatria di Foligno”

Trasformare la visita dal dentista, solitamente uno spauracchio per tutti i bambini, in un gioco e in un momento di solidarietà, devolvendo parte del ricavato della prima visita all’associazione Oasi, per l’acquisto di un monitor multiparametrico per la Pediatria dell’ospedale San Giovanni Battista di Foligno. In questo è riuscita la dottoressa Cristina Santi, titolare del “Centro dentistico Cristina Santi”, arrivato a contare 15 dipendenti totali e cinque poltrone.

La collaborazione con l’associazione “Oasi”, quella che allieta i pazienti più piccoli dell’ospedale con la clowterapia, è partita la scorsa primavera quando, alle prese con il lockdown e quindi con l’inaccessibilità dell’ospedale, l’associazione era in cerca di idee e iniziative per continuare a fare del bene. Da lì è partita l’idea di Cristina: «Al paziente non costa niente ma così li rendiamo partecipi di un progetto positivo e per il bene comune», racconta Cristina, spiegando come ad ogni prima visita venga anche consegnato il “certificato del donatore”. L’obiettivo de l’Oasi è ambizioso e si punta a raggiungerlo entro maggio 2022.

 

La dottoressa Santi però è nota nel suo settore anche per aver inventato un nuovo approccio per i più piccoli allo studio dentistico. Nel suo Centro c’è infatti “Adalgiso, il coniglietto del sorriso”, un cartoon per alleggerire i bambini dalla tensione e dalla paura del dentista. “La clownterapia mi è sempre piaciuta – racconta Cristina – e ho portato anche nel mio lavoro l’approccio del sorriso e della gioia, per sconfiggere la paura”. Cristina Santi è specializzata in ortodonzia per bambini da più di 20 anni e, in tempi pre covid era solita anche organizzare momenti di gioco con truccabimbi o altre situazioni di divertimento. La pandemia e le regole ora impongono regole e attenzioni ferree, quindi il divertimento si è spostato sui libri, nella stanza dei giochi o, per esempio nell’ebook creato dalla dottoressa proprio nella fase di pandemia.

condividi su

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on pinterest
Share on email
Share on skype
Share on linkedin