COSA MANGIARE A MERENDA

COSA MANGIARE A MERENDA

Benvenuti alla lezione #2 insieme a Gettulio e alla Dottoressa Cristina Santi.

Oggi parliamo di cosa mangiare a merenda 🍒🥯🧀🍟🍕🥐 🤔

Quali sono gli alimenti che potrebbero far male ai denti dei più piccoli e quali sono quelli più sani e sicuri?

Scorpilo in questa nuova video lezione 🔥

Seguiteci anche su Facebook: CLICCA QUI

Come si lavano i denti

Lezione #1 – Come si Lavano i denti

👩‍⚕️Benvenuti alla prima lezione di igiene orale!

In studio, insieme alla Dottoressa, Gettulio, il nostro amico draghetto 🔥

Oggi ci parlano di come si lavano i denti 🦷👅 👏Un ringraziamento speciale va a Stefania Rosichetti e Anna Rustici per aver realizzato il personaggio di Gettulio.

Seguiteci anche su Facebook: CLICCA QUI

dottoressa-radio-RGU

Intervista di Radio Gente Umbra alla Dott.ssa Cristina Santi

Molte le domande e le curiosità a cui la dott.ssa Cristina Santi, dell’onomimo centro dentistico dove ne è la titolare, da risposte ai microfoni di Radio Gente Umbra.

Vista la sezione blog dedicata alle notizie ed ai consigli per scoprire tutta l’intervista!

Scopri tutti gli articoli-intervista di seguito:

Come eliminare la paura del dentista nei bambini
Cosa fare se il bambino ha crisi di pianto?
l’Iniziativa del Draghetto Gettullio, prevenzione dentiale dei bambini
Educazione alimentare e prevenzione. Quali alimenti sono sconsigliati?
Che cosa è la Fluoroprofilassi?A cosa serve e cos’è l’ortognatodonzia?L’apparecchio va di moda?

apparecchio dentale

L’apparecchio va di moda?

Molto spesso si sente dire che l’apparecchio va di moda. Immagino che non si possa dire questo di una terapia medica ma come ce lo spiega che adesso i bambini hanno tutti bisogno dell’apparecchio e magari si tempi nostri non c’era? diciamo prima di tutto che l’ortodonzia è una specializzazione relativamente nuova dell ‘odontoiatria e circa 30 40 anni fa non c’era molta attenzione alla prevenzione .ma a parte questo io credo che mai nella storia dell’uomo si sia masticato così male

Cosa vuole dire dottoressa?
Voglio dire che i bambini al giorno d’oggi masticano poco e solo cose morbide qui di omogenizzati ,polpette puree di conseguenza mentre la forma dei denti rimane quella definita geneticamente ,le dimensioni delle ossa invece dipendono dall’esercizio muscolare meno si mastica e meno macscella e mandibola si sviluppano e da ciò ne deriva l’affollamento dei denti e cioè denti grandi rispetto all’osso in cui sono alloggiati.

Come fa lo specialista in ortodonzia a scegliere l’apparecchio adatto al bambino?
Esistono dei protocolli, uno studio ben preciso che si basa su lastre, modelli di gesso e foto da cui derivano delle misurazioni sia lineari che angolari sia dentali che scheletriche considerando anche il profilo del paziente

Ma gli apparecchi si vedono spesso anche in adulti anche superati gli anta, in questo caso non c’e più crescita e allora a cosa servono gli apparecchi?
La bocca da piccoli cresce e come tutte le parti del corpo invecchia. Anche se passano gli anni i denti si possono mettere a posto finché c’e osso.
In particolare se ci sono dei problemi di tipo Parodontale cioè quando i denti si muovono si può mettere l’apparecchio fisso per allineare e poi splintare per non perdere i propri denti e garantire una vita più lunga.
Poi sicuramente ci sono anche esigenze estetiche e una persona che non lo ha mai potuto fare prima a 40 ,50 ,70 anni può allineare i propri denti ed avere finalmente un bel sorriso.

Quali sono le ultime novità sugli apparecchi ortodontici?
Oggi le terapie sono volte al confort dei pazienti e a ridurre le lungaggini delle terapie perciò ci si o apparecchi invisibili che possono garantire tutto ciò

ortognatodonzia-dottoressa-santi-campello

A cosa serve e cos’è l’ortognatodonzia?

L’Ortognatodonzia è la specialità medica che si occupa di prevenire e curare le malocclusioni , le anomalie di crescita delle ossa mascellari e quindi della posizione dei denti e dell’allineamento dentale

Cosa significa malocclusione? Ci può spiegare in parole semplici?
Sì, la malocclusione è la cattiva chiusura dei denti delle due arcate superiore ed inferiore che non combaciano precisamente dando quindi tutta una serie di problemi a livello di salute della bocca e della masticazione

A che età si consiglia la prima visita dall’ortodontista?
Sicuramente in età prescolare 4-6 anni è consigliata la prima visita e lo possiamo considerare come un primo livello. Poi un secondo livello in età preadolescenziale dai 9 ai 12 ann. L’obiettivo è di intercettare al più presto le problematiche di natura ossea e di crescita scheletrica dei mascellari che in età adulta possono causare problemi di salute e di patologie odontoiatriche molto importanti.

Quindi si può mettere il famoso apparecchio per i denti anche quando i bambini hanno i denti da latte?
Assolutamente si perché se ci sono problemi di natura ortopedica e quindi di crescita delle ossa mascellari si deve intervenire proprio in questo momento. Ai genitori faccio sempre l’esempio di un ramo di un alberello è molto più facile guidarlo nella crescita rispetto a quando diventa una quercia. Quindi è molto più facile correggere problemi scheletrici da piccoli in presenza di denti da latte perche quello che ci interessa è lavorare sulle ossa .

lavarsi-denti-dottoressa-santi

Che cosa è la Fluoroprofilassi?

Dottoressa veniamo all’ultima arma che è nelle mani dello specialista per i denti dei bambini che è quella della Fluoroprofilassi.

Che cosa è la Fluoroprofilassi?
Sì, con questo termine si indica un trattamento per prevenire la carie attraverso l’applicazione di fluoro. il Fluoro è un minerale che aiuta lo smalto dei denti a diventare più resistente all’attacco dei batteri perche entra a far parte della struttura chimica dello smalto. Ricordiamo che i primi molari permanenti in genere erompono a 6 anni hanno l’85 per cento della mineralizzazione dello smalto e impiegano tre anni per diventare maturi quindi in questo periodo l’incidenza delle carie è maggiore perché sono più delicati

Che tipo di trattamenti si fanno?
Per prima cosa si eseguono dei test salivari dove si valuta l’indice di cariorecettivita del bambino cioè quanto il bambino è predisposto alla carie .poi si inserisce il bambino in un programma di prevenzione.

Cosa comprende questo programma, per tutti i bambini lo stesso?
il programma comprende applicazioni di lacche o di Gel al fluoro e questo non è per tutti uguale poi sedute di igiene sempre e solo se necessario infine le sigillature dei molari permanenti che invece facciamo in tutti I bambini e dico proprio tutti!

In cosa consiste la sigillatura?
i molari permanenti hanno una conformazione anatomica con solchi e fessure che rappresentano un luogo ideale per l’annidamento e la proliferazione dei batteri e come abbiamo detto in queste zone lo smalto è ancora immaturo e i bambini riescono più difficilmente a pulire bene

Tecnicamente cosa dobbiamo dire a nostro figlio quando lo portiamo a fare la sigillatura?
sicuramente che faremo un bel gioco in cui puliamo la superficie dei denti con un dentifricio magico, si mette un gel di colore blu che è del colore dei puffi poi si sciacqua e si fa lo shampo al dente e poi si mette uno smalto sul dente che è il sigillante che si fissa con la luce dei puffi di colore blu che fotopolimerizza.

Ecco dottoressa detto così mi fa tornare bambino e mi fa venire la voglia di vivere questa magica avventura!
Ah si è più non ci dimentichiamo mai che gettulio ci accompagnerà sempre in ogni parte del nostro programma di prevenzione dentale!

Allora arrivederci dottoressa e che dire beata lei che vive in questo magico mondo di bambini!
Sì grazie sono molto fortunata adoro il mio lavoro!

alimentazione-dentista

Educazione alimentare e prevenzione. Quali alimenti sono sconsigliati?

Veniamo al discorso dell’educazione Alimentare finalizzata alla prevenzione della carie, quali alimenti sconsiglia?
Anche in questo caso come dicevo prima per rendere più appetibile l’argomento e motivare i nostri piccoli pazienti abbiamo creato una video lezione con gettulio appunto per insegnare la giusta merenda per aiutare i dentino a stare sempre a posto ,dobbiamo distinguere gli alimenti cariorecettivi

Cosa singnifica cariorecettivi?
si sono gli alimenti che provocano più facilmente la carie. Questa capacità degli alimenti è da mettere in relazione non solo con il contenuto di zuccheri ma anche con la sua consistenza. Piu il cibo è appiccicoso più rimarrà a lungo suo denti e tanto più tende a formare la carie.

Quindi dottoressa tutti quei cibi che contengono zucchero?
si ovviamente quindi caramelle gommose chewing um cioccolata ma non dimentichiamo anche cibi acidi come i succhi di frutta, coca cola e bevande zuccherate

Allora mi scusi cosa facciamo mangiare a merenda ai nostri bambini?
Frutta, pane e pomodoro, pane e olio, yoghurt che in studi recenti è stato dimostrato con un consumo regolare riduce addirittura l’incidenza della carie, formaggi freschi, cereali, verdure e spremute fatte in casa

Dottoressa anche lei è mamma e capisce che ai bambini non possiamo sempre dire di no, come ci regoliamo a far mangiare le cose che piacciono a loro?
Certamente sì a noi genitori piace gratificare i propri figli con i cibi preferiti allora si sceglierà un giorno a settimana in cui potranno bere e mangiare la propria bevanda o dolce preferito.

draghetto-gettullio-santi-dentista

l’Iniziativa del Draghetto Gettullio, prevenzione dentale dei bambini

Oggi parliamo di prevenzione dentale bei bambini e della simpatica iniziativa della Dr.ssa Cristina santi e del simpatico draghetto gettulio.

Allora dottoressa, i bambini muoiono dalla voglia di sapere chi è gettulio?
Gettulio è un draghetto amico dei bambini più piccoli nato nel 2011 da un’idea di Stefania Rosichetti e Anna Rustici per sensibilizzare i bambini su varie importanti tematiche.

Sì, immagino che parlare ai bambini e educarli su argomenti che a loro possono sembrare noiosi, non sia del tutto facile…
Si infatti gettulio è il nostro testimonial la nostra mascotte che rende più affascinante e accattivante, argomenti difficili come la campagna di prevenzione dentale

Dottoressa ci vuole spiegare meglio questa iniziativa?
Sì, io e gettulio siamo protagonisti di alcune videolezioni che escono con cadenza mensile sulla regia di Elisa Tomassetti che trattino rispettivamente l’igiene orale e spiarono come lavare i denti si bambini, sull‘educazione alimentare e infine sull’apparecchio ortodontico che poi continueranno così via su vari argomenti sempre con L’allegria e la positività del nostro amico gettulio

Allora a questo proposito ci dica quali sono le domande che più frequentemente fanno i genitori riguardo ai denti dei bambini.
Quello che chiedo principalmente, esiste una figura che si occupa solo dei bambini in campo odontoiatrico?
Certamente si è questa figura è il Pedondontista che si occupa della cura dei denti dei bambini anche perché i nostri figli meritano delle cure dentali di eccellenza proprio come noi adulti

A che età inizia la prevenzione dentale?
La prima cosa che devono sapere i genitori è che oggi puntiamo alla prevenzione perché i bambini sono il nostro futuro. La prima visita io consiglio di farla a tre anni. Non bisogna aspettare che i bambini abbiano male si denti o che abbiano i denti storti dobbiamo evitare che tutto questo avvenga

Quindi dottoressa occorre puntare sulla prevenzione e non sulla cura e quai strategie adotta a tal  proposito?
Possiamo dire che abbiamo tre armi a nostro favore

  1. l’igiene orale,
  2. l’educazione alimentare
  3. la Fluoroprofilassi

Dr.ssa ci spieghi meglio cosa significa imagino che i genitori vogliamo sempre il meglio per i propri figli…
Assolutamente si i genitori vogliono il meglio e ormai in quasi vent’anni di esperienza mi trovo tutti i giorni a contatto con mamme e papà che alzano continuamente la voce per far lavare i denti ai propri bambini ma questo non ci deve far preoccupare perché è quasi sempre la normalità. Il compito di noi medici è appunto sensibilizzare i pazienti più piccoli appunto usando simpatiche strategie come il draghetto gettulio. i bambini vorrebbero sempre un personaggio a cartoni animati e questo li rende anche più collaboranti

La fatidica domanda a che età i bambini devono iniziare a lavare i dentini?
Le prime manovre di igiene orale sono di esclusiva competenza dei genitori già quando erompono i primi Dentini da latte e quindi a sei mesi. A due anni di può iniziare a lavare i denti con i genitori sotto forma di Gioco.
Dai 4 ai 6 anni si può insegnare al bambino a lavare o denti autonomamente a seconda della capacità di impugnare lo spazzolino anche se poi è necessaria sempre la supervisione di un genitore

dentista-bambino-comporatamento-adulti

Cosa fare se il bambino ha crisi di pianto?

Quando un bambino ha crisi di pianto e non vuole andare dal dentista oppure non si vuole sedere sulla poltrona cosa dobbiamo fare?

Prima di tutto non dobbiamo tradire la fiducia e non dobbiamo raccontare bugie. Il genitore deve mantenere la calma ed avere un atteggiamento positivo.

Si può consigliare qualcosa a questi bambini?
Sì, noi suggeriamo di disegnare questa paura. Con il disegno potrà descrivere questa sentimento e magari dargli una forma un colore in modo da renderlo meno minaccioso.

Ci sono delle frasi che il genitore deve o non deve dire?
Sì, i genitori vanno istruiti non devono mai usare le parole paura, male, dolore e non devono usare la seduta come un castigo e devono anche evitare di raccontare le proprie esperienze se negative.

I genitori potranno essere presenti in seduta o meglio che aspettino in sala d’attesa?
Questa è una cosa fondamentale che i genitori devono assolutamente comprendere. Non possono essere presenti durante la seduta e nemmeno i nonni!
Non si tratta di un atto punitivo ma di piccole strategie vincenti.

Dottoressa perche il genitore non deve essere presente durante la seduta?
per 3 motivi fondamentali

  • il genitore trasmette le proprie ansie al bambino
  • il genitore si intromette nel rapporto medico paziente e il dottore spesso dovrà parlare sopra lo voce del papà o della mamma impedendo al bambino di ascoltare solo le parole del dentista
  • il bambino si sente autorizzato a fare i capricci per la presenza del genitore

Allora cosa diciamo alle mamme che vorrebbero essere presenti?
Che dovranno scegliere il proprio pedodontista di fiducia magari informandosi prima ma una volta scelto di affidarsi completamente ad esso

Il bambino può sentire dolore durante le cure?
il bambino non deve sentire dolore e per questo c’e L’anestesia. Noi dobbiamo conquistare la fiducia del bambino dimostrando la veridicità di ciò che gli abbiamo detto. Molte volte nella prima seduta non si fa nulla e si spiega soltanto cosa si farà o magari si farà una semplice medicazione

Possiamo premiare i vostri figli quando sono bravi dal dentista?
Allora questa domanda è molto importante, il bambino va sempre elogiato e premiato e sa ha pianto non bisogna colpevolizzarli. A lui deve sempre rimanere la sensazione di aver superato la prova positivamente, poi gettulio e le assistenti premieranno i bambini con simpatici palloncini colorati o gadge.

bambini-dal-dentista-campello-santi

Come eliminare la paura del dentista nei bambini

Voglio fare una premessa, ormai in quasi vent’anni di professione la maggior parte degli adulti di oggi che hanno paura del dentista sono in realtà i bambini di ieri che hanno vissuto un’esperienza traumatica e come sappiamo il ricordo di una situazione negativa nel bambino viene spesso ingingantito e poi portato con sè per tutto il resto della vita.

Beh oggi è proprio tutta un’altra cosa è seguiamo dei protocolli ben precisi per evitare che i bambini di oggi si trasformino in adulti odontofobici in futuro.

Cosa è cambiato oggi nella ‘approccio e nella cura dei denti dei bambini?
Sicuramente l’approccio psicologico è la prima cosa poi ci avvaliamo anche di materiali di ultima generazione ,di anestetici diversi e anche di strumenti come il protossido d’azoto che permettono di curare anche i cosiddetti bambini non collaboranti

Dottoressa mi scusi di cosa si tratta è un tipo di anestesia totale?
no assolutamente no quella lasciamola per fare le tonsille… e a cose più invasive si tratta di un gas che si respira con una mascherina che serve a far rilassare il bambino e il cui effetto termina nel momento in cui smette di respirarlo quindi non è assolutamente tossico ne ‘ invasivo

Tornando all’approccio psicologico cosa sconsiglia per sconfiggere la paura?
La prima cosa che dico ai genitori è che la paura è un ‘emozione naturale ed utile perché ci mette in allerta di fronte ad un pericolo e non va demonizzata quando abbiamo paura il nostro cervello si attiva e manda a tutto il corpo uno stimolo di fuga. il problema invece è quando il nostro cervello attiva tutto il corpo e creando una fuga di firnte ad una situazione che è realmente non pericolosa .nel caso dei più piccoli dobbiamo aiutarli a riconoscere questa emozione e a gestirla